Info

Questo blog nasce per dare continuità alle riflessioni dell’autore sul tema dell’integrazione della cultura scientifica con la cultura umanistica. In particolare sono interessato al superamento del dialogo in atto tra ricerca scientifica e ricerca teologica, convinto che quest’ultima possa trarre importanti spunti di approfondimento dal modello del mondo fenomenologico che la scienza produce.

Il titolo greco è tratto dalla prima Lettera ai Corinzi, Cap. 13, 12, di San Paolo e la traduzione vuole essere un omaggio al mio maestro e professore di lettere alle medie Andrea Zanzotto. È anche grazie ai suoi insegnamenti che ricerco una humanitas globale, dove, come ai tempi di Dante, scienza, filosofia, arte, poesia e teologia si completino vicendevolmente, senza arroccarsi ciascuna nella propria piccina ed obsoleta hybris. Zanzotto intercalava le spiegazioni sulla consecutio temporum con appassionate lezioni sull’algebra binaria di Boole, a noi che avevamo allora (come oggi d’altronde!) la stessa età del calcolatore elettronico, profetizzando un incredibile espansione della cibernetica. Al tempo stesso ci imponeva di apprendere a memoria, in latino, l’Inno alla Carità della citata prima Lettera ai Corinzi. Ci spiegava che quello specchio non era come lo pensiamo oggi, di cristallo argentato perfettamente capace di riflettere con precisione le immagini, ma era fatto di una lamina di metallo dalla superficie incertamente levigata, che rendeva immagini distorte e cangianti con l’inclinazione della visuale, come l’acqua di un fiume riflette le case che vi si affacciano all’alba…

“Fiume all’alba
acqua infeconda tenebrosa e lieve

da digitate logge
da fiori troppo amati ti disancori
t’inclini e voli
…”
(Fiume all’alba, da Vocativo, 1957)

È un peccato che il mondo digitale non abbia colto questo preveggente neologismo zanzottiano, “digitato“, che esprime molto più poeticamente dell’orrendo “digitalizzato” la suddivisione naturale dell’immagine in elementi binari, booleani. Ora che egli vede non già en ainigmati, ma prósopon pròs prósopon – faccia a faccia tutta la realtà, ci sorriderà sornione.

Il richiamo allo “specchio digitato” di San Paolo si riferisce alla visione necessariamente parziale che abbiamo della realtà. Realtà che ci circonda e della quale facciamo parte. Da millenni la esploriamo “globalmente”, partendo dalle esperienze sensoriali e interpretandole con la nostra capacità razionale. Da duemila anni ci è stata offerta una “via” per dare senso alla realtà e trasformarla in “verità”.

Da circa quattro secoli abbiamo iniziato a ri-esplorare la realtà che si manifesta attraverso i fenomeni misurabili con un nuovo metodo, il metodo scientifico moderno che, isolando un sottoinsieme di fenomeni, cerca di descriverli attraverso un modello matematico-razionale che sussiste solo fino a quando le sue previsioni coincidono, entro gli errori, con il risultato di opportuni esperimenti. Altrimenti il modello, che comunque è sempre “riduzionista”, deve essere rivisto. I successi del nuovo metodo d’indagine sono stati tali da illuderci, per un certo periodo, di poter arrivare a conoscere fino in fondo tutta la realtà (nonostante il chiaro manifesto galileiano “rinuncio a tentar l’essenza”).

Si è creata così una frattura tra la conoscenza scientifica e quella filosofico-teologica che ha condotto alcuni a sostenere che le due modalità di indagine si escludessero a vicenda.

Mi sembra ci siano oggi tutti gli elementi per colmare la frattura e ritrovare una humanitas integrale, dove scienza, filosofia, arte, poesia e teologia si completano vicendevolmente, senza arroccarsi ciascuna nella propria piccina obsoleta hybris.

Non riusiciremo in questa vita a superare il limite imposto dallo “specchio”, ma sono convinto che usando tutte le nostre capacità, allargando la nostra razionalità, potremo avvicinarci un po’ di più alla Verità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...